n°5 – Aprile 19

Il futuro non è dei vincitori, è di chi ha la capacità di vivere. E chi ha la capacità di vivere, di essere totalmente se stesso, è inevitabilmente sconfitto, […] una sconfitta di straordinaria bellezza. Le facce degli sconfitti, le … Leggi tutto “Il presente del futuro”

Steel video da «Asino» di Anatolij Vasil’ev, presentato all'International Film Festival Rotterdam 2018.

Asini grandi e piccoli

Dmitrij Volček
Anatolij Vasil’ev

Dmitrij Volček [da qui in poi DV]. Prendiamo spunto dal primo asino che compare nel film, quello chiamato Pirandello. Ci dica che ruolo ha avuto Luigi Pirandello, lo scrittore intendo, nel suo film. Anatolij Vasil’ev [da qui in poi AV]. … Leggi tutto “Asini grandi e piccoli”

Fanny & Alexander. «Ponti in core». 1996.

Variabilità infinita dei testi, delle voci, delle letture

Valentina Valentini
Chiara Lagani

Valentina Valentini [da qui in poi VV]. Scrivere per il teatro non ha mai coinciso con essere solo scrittori, ma essere scrittori di teatro ha sempre significato praticare il teatro: la figura di Chiara Lagani si inscrive nella tradizione del … Leggi tutto “Variabilità infinita dei testi, delle voci, delle letture”

Copertina del catalogo della mostra «9 Evenings: Theatre & Engineering». Pontus Hultén e Frank Königsberg ( a cura di), «Experiments in Art and Technology», The Foundation for Contemporary Performance Arts, New York 1966. Fondo Daniel Langlois Foundation, 9 Evenings: Theatre & Engineering. Per gentile concessione di Experiments in Art and Technology, e Daniel Langlois Foundation.

Utopie e mercato: il ruolo degli artisti nell’innovazione tecnologica

Dalila D'Amico

Introduzione In alcuni momenti storici la comparsa di specifiche innovazioni tecnico-scientifiche ha apportato importanti svolte linguistiche nella sfera artistica. Reciprocamente, alcune delle accelerazioni nel campo dell’ingegneria e della produzione tecnologica sono state generate dalle utopie di alcuni artisti. L’obiettivo del … Leggi tutto “Utopie e mercato: il ruolo degli artisti nell’innovazione tecnologica”

1975. Ben Vautier consulta la mappa di Edinburgh Arts 1975, Nizza. Courtesy of Demarco European Art Foundation & Demarco Digital Archive, University of Dundee.

L’Archivio Demarco. La poetica dello spazio e l’artista come esploratore

Marilena Borriello

Ricorrere a una definizione è il modo migliore per tracciare i contorni di un concetto o di un oggetto, per suggerirne le caratteristiche e le proprietà. Tuttavia, una tale direzione non sempre consente di cogliere le proprietà essenziali di una … Leggi tutto “L’Archivio Demarco. La poetica dello spazio e l’artista come esploratore”

Amir Reza Koohestani e Mehr Theatre Group, «Timeloss», 2013. Copyright Amir Reza Koohestani

Un altro ordine del tempo

Riccardo Fazi

Questo è il secondo di un saggio diviso in tre parti, dedicato a un’indagine sul rapporto tra nuove forme di drammaturgia spettacolare e la riflessione che queste attivano sul tempo e sulle possibili modalità di relazione con esso attraverso la … Leggi tutto “Un altro ordine del tempo”

Ayad Akhtar, «Disgraced», regia di Martin Kušej, 2017. Teatro Carignano di Torino. Astrid Meloni, Paolo Pierobon.

I sommersi e i salvati. A proposito di Disgraced di Ayad Akhtar

Milena Massalongo

1. Nessuna maggioranza potrà mai abolire dalla propria coscienza il sentimento della «diversità» delle minoranze. […] Il negro sarà libero, potrà vivere nominalmen­te senza ostacoli la sua diversità […], ma egli resterà sempre dentro un «ghetto mentale», e guai se … Leggi tutto “I sommersi e i salvati. A proposito di Disgraced di Ayad Akhtar”

Jean Otth, «Portrait de Laura Papi», 1975, Video Still. Archivio Storico delle Arti Contemporanee, Fondazione La Biennale di Venezia.

Migrazioni. Il videotape d’artista: dall’archivio analogico all’archivio digitale

Cosetta G. Saba

“Cancellazioni”1 Il processo di obsolescenza delle tecnologie di registrazione e di riproduzione e l’oblio delle opere che ne deriva non definiscono l’unica prospettiva dalla quale si assiste al rischio di “cancellazione” dei videotape d’artista, testimoni dei primordi della “video arte” … Leggi tutto “Migrazioni. Il videotape d’artista: dall’archivio analogico all’archivio digitale”

Alex Hay, «Grass Field», 1966

Atlante video-iconografico: Nine Evenigs: Experiment in Art and Technology, 1966

Dalila D'Amico

Se oggi ci sembra una consuetudine che gli artisti si facciano promotori di opere ad alto contenuto tecnologico è anche grazie alle visioni e alle utopie di alcune figure fondanti la storia delle Media Art che hanno spianato la strada … Leggi tutto “Atlante video-iconografico: Nine Evenigs: Experiment in Art and Technology, 1966″

Focus on the Italian theater attached to the n ° 5 of 04/2019 of the webzine of theatrical researches and performing arts Sciami|ricerche

Focus allegati al n°5 del 04/2019

Stefano Scipioni

Achille Perilli e il gruppo Altro A cura di Daniele Vergni Focus su Achille Perilli e il gruppo ALTRO, con gli spettacoli: Collage (1961), Altro/Merz (1973-74), Altro/ICS (1977-78). Continua a leggere Sylvano Bussotti A cura di Daniele Vergni Focus su Sylvano Bussotti, … Leggi tutto “Focus allegati al n°5 del 04/2019”

n°4 – Ottobre 18

Leonardo da Vinci, La Gioconda , 1503, Louvre museum, Paris. Photo of 16 July 2018 by Anna Pirri.

Conflitti di proprietà

Francesco Fiorentino

Non succede certo spesso che uno spettacolo venga sospeso per le proteste di una parte dell’opinione pubblica. A Robert Lepage è accaduto due volte in uno stesso mese. La prima volta, all’inizio dello scorso luglio, è toccato a Slav, uno … Leggi tutto “Conflitti di proprietà”

Ryszard Cieślak, Jerzy Grotowski e Aleksander Lidtke durante il viaggio verso l’Australia nella primavera del 1974. Foto di Andrzej Paluchiewicz.

EXODUCTION

Richard Schechner

1. Era una volpe, un’aquila, un serpente, una talpa. Un camaleonte, elusivo, abilissimo nel tenere le persone vicine o tenerle a distanza, e comunque abbagliandole con la sua aura. La sua presenza faceva paura ad alcuni, era misteriosa per altri. … Leggi tutto “EXODUCTION”

Morgenland, diretto da Miriam Tscholl. Teatro di Hildeberg, 12-02-2016. Nella foto: Ibrahim Mahamed Quadi, Sami Ramadan, Rouni Mustafa, Tarek Alsalloum, Ashraf Ayash e spettatori. Foto di David Baltzer.

Cos’è il teatro transculturale?

Günther Heeg

Il teatro transculturale1 di cui si parla qui è in divenire2. Lo si può trovare negli spettacoli del teatro contemporaneo di quasi tutto il mondo, ma anche forme teatrali precedenti rivelano a una nuova prospettiva scientifica, il divenire di un … Leggi tutto “Cos’è il teatro transculturale?”

"Blind Poet", regia di Jan Lauwers, 2015, kunstenfestivaldesarts di Bruxelles

Il dramma dell’identità. Teatro, identità, politica, (ri-) appropriazione

Nikolaus Müller-Schöll

La serata inizia con uno spettacolo dal sapore barocco, che richiama forme spettacolari come il circo, le fiere, il varietà, il teatro meccanico e i concerti pop (e ovviamente anche la performance art, sebbene si tratti innanzitutto di una messa … Leggi tutto “Il dramma dell’identità. Teatro, identità, politica, (ri-) appropriazione”

Carmelo Bene, Nostra Signora dei Turchi, 1968 - fotogramma

Carmelo Bene e la decostruzione delle arti del secondo Novecento

Cosetta G. Saba

1. Arte/ arti Il nome proprio “Carmelo Bene” nomina una pratica complessa e decostruttiva che, a partire dal teatro, ha posto in relazione letteratura, musica, cinema e videografia. Quale luogo di connessioni tra ciò che si dice e ciò che … Leggi tutto “Carmelo Bene e la decostruzione delle arti del secondo Novecento”

Ross McElwee, Photographic Memory, 2012. Adrian Ross.

Foto, cinema, foto, cinema – movimenti di Ross McElwee

Raymond Bellour

Non c’è dubbio che Ross McElwee sia il cineasta che con più ostinazione ha tentato di circoscrivere il rapporto impossibile tra la fatale oggettività della registrazione del mondo e il sentimento interiore che si suppone corrisponda a questa presa. È … Leggi tutto “Foto, cinema, foto, cinema – movimenti di Ross McElwee”

Janet Cardiff e George Bures Miller, Paradise Institute, 2001. Foto di Roman März, Haus der Kunst, Monaco 2012

Sounds Like Theatre

Janet Cardiff e George Bures Miller

Pur invocando esplicitamente il teatro, gli artisti visuali si concedono la libertà di ridefinire i parametri di questo medium. Creano forme alternative di testi verbali e inventano stili narrativi con finali aperti all’interpretazione del singolo spettatore. Il testo nell’arte visuale … Leggi tutto “Sounds Like Theatre”

Aldes, Carne Trita, 2011.

Le Tante Facce di Aldes

Roberto Castello - Aldes
Dalila D'Amico

ALDES, sotto la direzione di Roberto Castello, ha “scannerizzato” nell’arco di oltre un ventennio un’umanità brutale e venale che si nutre dell’eccesso per far saltare ad uno ad uno miti e cliché dell’ideologia contemporanea. Idiosincrasia, lussuria, debolezza, spazio, tempo, economia, … Leggi tutto “Le Tante Facce di Aldes”

Focus on the Italian theater attached to the n°4 of October 2018 of the webzine of theatrical researches and performing arts Sciami|ricerche

Focus allegati al n°4 del 10/2018

Stefano Scipioni

Luciano Berio A cura di Daniele Vergni Focus su Luciano Berio, compositore e direttore d’orchestra, pioniere nella composizione di musica elettronica ed elettro-acustica, con lo spettacolo: Passaggio (1963). Continua a leggere Giorgio Barberio Corsetti A cura di Stefano Scipioni Focus su Giorgio … Leggi tutto “Focus allegati al n°4 del 10/2018”

TEATRO

VIDEO

SUONO